Cambia – Le Vibrazioni – Testo

Cambia – Le Vibrazioni – Testo

In radio da venerdì 18 gennaio 2019, Cambia è una canzone de Le Vibrazioni.

Il video, diretto da Bendo, nasce con l’intenzione di rendere omaggio al celebre videoclip di “Dedicato a Te” tramite un piano sequenza, citandone volutamente i momenti e i segni caratteristici che ne scandiscono le diverse fasi: location, dinamica del percorso ed attori. Vede infatti il ritorno di “Giulia” che attraversa il Naviglio Pavese di Milano. I membri della band continuano a cambiare direzione e non interagiscono mai tra loro, lasciando al finale il loro ricongiungimento, simbolo del reale percorso artistico che li ha portati nuovamente a suonare insieme.

Cambia - Le Vibrazioni

Le Vibrazioni nascono nel 1999 dall’incontro di quattro amici con la passione per il rock e gli anni ’70: Francesco Sarcina, Stefano Verderi, Marco Castellani e Alessandro Deidda. Nella primavera del 2003, con il singolo “Dedicato A Te” conquistano il grande pubblico. In seguito a questo straordinario successo, nello stesso anno pubblicano il loro primo album, “Le Vibrazioni”, le cui vendite superano le 300.000 copie. Il 2017 è l’anno della reunion: il gruppo ritorna sulle scene esibendosi per la prima volta insieme dopo 5 anni e con la formazione originale. Nel 2018 sono tra i protagonisti del 68° Festival di Sanremo con il brano “Così Sbagliato”, contenuto poi nel disco “V”.

Il testo di Cambia – in download digitale su Amazon o su iTunes

Se fosse facile dirti di restare qui
Se fosse facile avere un minuto solo per convincerti
Io non lo so, almeno adesso non avrei più paura
Giorni interi a contarci i lividi
Ma com’è bella Milano d’inverno, forse domani nevica
Forse è meglio se restiamo a casa

Poi sveglieremo la città
Nell’alba fredda delle sei
E vivere è la sola cosa che ci viene bene
Tutto il resto non conta, siamo in piedi un’altra volta

Cambia, due mani che si cercano nel buio
E il mondo cambia, promesse che non durano un minuto
E tutti i calcoli inutili, sei tu che pensi di essere diversa
Ma è il mondo che cambia

Se fosse facile dire “io stasera non esco”
Fosse facile stare in silenzio e non spiegarti niente
E raccontarsi che va tutto bene
E spegnere il telefono
Riverniciare le pareti mentre tutto

Cambia, due mani che si cercano nel buio
E il mondo cambia, promesse che non durano un minuto
E tutti i calcoli inutili
La pioggia lava ancora i tuoi peccati
E il mondo cambia
Rincorrersi per non restare indietro un’altra volta
E tutto quello che vorresti adesso non è mai abbastanza
Sei tu che pensi di essere diversa
Ma è il mondo che cambia

C’erano quei giorni e tutti i nostri film
Il mare piatto nelle polaroid
C’era la voglia di risolvere le cose
Come se il mondo fosse cenere che cade
Dalle tue sigarette fumate sul balcone
Quando la guerra inizia per un posto che non hai
E tutte le parole, parole da evitare
Sorrisi da affittare per nascondere chi sei

Cambia, due mani che si cercano nel buio
E il mondo cambia
Promesse che non durano un minuto
E tutti i calcoli inutili
La pioggia lava ancora i tuoi peccati
E il mondo cambia
Rincorrersi per non restare indietro un’altra volta
E tutto quello che vorresti adesso non è mai abbastanza
Sei tu che pensi di essere diversa
Ma è il mondo che cambia
Sì, cambia
Cambia
È il mondo che cambia


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.