Rollercoaster – Emis Killa – Con Testo

In radio da venerdì 8 giugno 2018, Rollercoaster è una canzone di Emis Killa, che ne l’ha così descritta: “Tutti abbiamo o abbiamo avuto una persona speciale a cui siamo legati da un rapporto che non si riesce a catalogare. Con “Rollercoaster” descrivo questa sensazione. Lo slogan Alè Alè Alè è nato immediatamente durante una session in studio con Don Joe”.

Emis Killa Rollercoaster cover

Il testo di Rollercoaster – in download su iTunes o su Amazon

Oh Alè, alè, alè
Finisce sempre così quando siamo io e te
Alè, alè, alè
Prima dici di no poi finiamo in hotel
Alè, alè, alè
Il tuo corpo è una giostra e non voglio scendere
Alè, alè, alè
Dimmi dove sei che ti passo a prendere
Alè, alè, alè

Baby se ti chiedo a cosa stai pensando
Non rispondi ma ci prendo sempre
Non ho mai capito nessun altro
Ma so leggerti dentro la mente
Adoro l’armonia dei tuoi colori
Opera d’arte come Kandinsky
Occhi grandi per cui vado fuori
Sembri disegnata da Walt Disney

Siamo come gas e fuoco
Noi che ci sentiamo poco
Siamo complici in ‘sto gioco
Senza richiamarci il giorno dopo
Non puoi capire che effetto fai
Quando mi connetto e sei online
Mandami una foto e poi se vuoi
Ci mettiamo a letto ma dai tuoi

Finisce sempre così quando siamo io e te
Alè, alè, alè
Prima dici di no poi finiamo in hotel
Alè, alè, alè
Il tuo corpo è una giostra e non voglio scendere
Alè, alè, alè
Dimmi dove sei che ti passo a prendere
Alè, alè, alè

Sono con te come con nessun’altra
Disinibito pure senza l’alcol
Ero in giro e ti stavo pensando
Quindi dimmi solo dove e quando
Sai non serve che mi eviti
Se mi pensi tanto che mi evochi
Già lo so non serve che telefoni
Ti ho sentita pure se non ero lì

Il tuo corpo è un parco giochi
Dove sono stati in pochi
Tu la più alta delle giostre
Tutta curve rollecoaster
Per stare buona accendi la tv
Ma anche stavolta finirà così
Non arriviamo neanche a metà film
Ci aggrovigliamo e poi facciamo il bis

Finisce sempre così quando siamo io e te
Alè, alè, alè
Prima dici di no poi finiamo in hotel
Alè, alè, alè
Il tuo corpo è una giostra e non voglio scendere
Alè, alè, alè
Dimmi dove sei che ti passo a prendere
Alè, alè, alè

È tardi rimani
Non dirmi di nuovo ‘domani lavoro’
Ti arrabbi, non chiami
Perché non hai ancora imparato a fidarti di me
E non serve che ce lo diciamo
Legati anche senza tenerci per mano
Finiti per caso in un gioco sbagliato

Finisce sempre così quando siamo io e te
Alè, alè, alè
Prima dici di no poi finiamo in hotel
Alè, alè, alè
Il tuo corpo è una giostra e non voglio scendere
Alè, alè, alè
Dimmi dove sei che ti passo a prendere
Alè, alè, alè

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.