Giuseppa Marcella Bella  nota semplicemente come Marcella Bella nasce a Catania il 18 giugno 1952. Il talento musicale è un tatto che la accomuna al fratello maggiore, il noto cantautore Gianni Bella.

Partecipa 8 volte al festival di Sanremo (l’ultima nel 2007). Nel 1988 si presenta con Dopo la tempesta, che la vide classificarsi al 4º posto finale, prima fra le donne, nonostante la forte laringite da cui venne colpita durante le esibizioni sanremesi. Il brano, divenuto noto anche con una frase del ritornello (Tu cuore non hai) racconta la storia di un amore infelice e contrastato, fatto di litigi e appassionanti riavvicinamenti. Per questo è divenuta un inno per tutti coloro, uomini e donne, etero e omosessuali, che cercano di rifarsi una vita liberandosi di un amore che incatena e non si fa dimenticare.

Immagine anteprima YouTube

Il testo di Dopo la tempesta in download digitale su iTunes

Tu cosa ne sai
Del vento caldo che vorrei
Delle mie nuvole bianche e nere
Del mio gabbiano e le sue scogliere 

E cosa ne sai
Dei cieli azzurri che non hai
Di quando io mi ritrovo sola
Un mare immenso e laggiù una vela

Provo a dire no
Buttando all’aria quel che ho
Gli schiaffi presi e poi ridati
Bicchieri frantumati
E giuro di non farlo più
Che non esisti solo tu
Ma dopo la tempesta è quiete
Di te ho di nuovo sete

Tu cuore non hai
Perché mi spezzi quando vuoi
Se vedo i segni sulla tua pelle
Delle avventure con altre donne

Cerco un’altra via
Magari un po’ di compagnia
Un uomo in mezzo a tanta gente
Che mi liberi la mente
E giuro di non farlo più
Che non esisti solo tu
Ma dopo aspetto che ritorni
Contando tutti i giorni

Tu cuore non hai
Perché mi spezzi quando vuoi…

Non ho più forza, ormai
Ti aspetto da una vita
Ti aspetto qui, lo sai
In questa casa

Tu cuore non hai
Perché mi spezzi quando vuoi
E casco dentro a un altro imbroglio
Perché nel corpo sei tu che voglio

Provo a dire no
Buttando all’aria quel che ho
Gli schiaffi presi e poi ridati
Bicchieri frantumati
E giuro di non farlo più
Che non esisti solo tu
Ma dopo la tempesta è quiete
Di te ho di nuovo sete
Cerco un’altra via
Magari un po’ di compagnia
Un uomo in mezzo a tanta gente
Che mi liberi la mente
E giuro di non farlo più
Che non esisti solo tu
Ma dopo aspetto che ritorni
Contando tutti i giorni

Tu cuore non hai
Tu cuore non hai
Tu cuore non hai
E aspetto che ritorni
Contando tutti i giorni
Tu cuore non hai
Tu cuore non hai
Tu cuore non hai
E aspetto che ritorni
Contando tutti i giorni

pippo

Rispondi

eAdv

Categorie