E’ Fortunate Son, la canzone dall’album del 1969 dei Creedence Clearwater Revival Willy and the Poor Boys a fare da colonna sonora ai promo della nuova serie di Affari di famiglia, la trasmissione in onda su Cielo tv.

Scritta da John Fogerty, Fortunate Son è una canzone contro la guerra, il periodo era quello della guerra del Vietnam.

Immagine anteprima YouTube

Il testo e la traduzione di Fortunate Son

Some folks are born made to wave the flag,
Ooh, they’re red, white and blue.
And when the band plays “Hail to the chief”,
Ooh, they point the cannon at you, Lord,
It ain’t me, it ain’t me, I ain’t no senator’s son, son.
It ain’t me, it ain’t me; I ain’t no fortunate one, no,
Yeah!

Some folks are born silver spoon in hand,
Lord, don’t they help themselves, oh.
But when the taxman comes to the door,
Lord, the house looks like a rummage sale, yes,
It ain’t me, it ain’t me, I ain’t no millionaire’s son, no.
It ain’t me, it ain’t me; I ain’t no fortunate one, no.

Some folks inherit star spangled eyes,
Ooh, they send you down to war, Lord,
And when you ask them, “How much should we give?”
Ooh, they only answer More! more! more! yoh,
It ain’t me, it ain’t me, I ain’t no military son, son.
It ain’t me, it ain’t me; I ain’t no fortunate one, one.
It ain’t me, it ain’t me, I ain’t no fortunate one, no no no,
It ain’t me, it ain’t me, I ain’t no fortunate son, no no no,

La traduzione

Figlio Fortunato

Certa gente è nata per sventolare la bandiera
Oh, sono rossi, bianchi e blu
E quando la banda suona “Hail to the Chief” (*)
Puntano il cannone contro di te… oh mio dio!
Non io, non io, io non sono un figlio di un senatore, no
Non io, non io, io non sono un figlio di un senatore, no
Yeah

Certa gente è nata con la camicia
Dio, non si fanno mancare nulla
Ma quando l’esattore delle tasse bussa alla loro porta
Dio, la loro casa sembra una svendita di roba usata
Non io, non io, io non sono figlio di un milionario, no
Non io, non io, io non sono un figlio fortunato, no

Certa gente è nata con occhi che luccicano di stelle (**)
e ti spedisce giù in guerra
e quando chiedi loro : “Quanto dovremmo dare?”
rispondono solo “di più, di più, di più, di più, di più”
Non io, non io, io non sono figlio di un milionario, no
Non io, non io, io non sono uno fortunato, no
Non io, non io, io non sono figlio dell’esercito, no
Non io, non io, io non sono un figlio fortunato, no

Testo via Fortunate Son video e testo – Traduzione via www.antiwarsongs.org

pippo

Rispondi

eAdv

Categorie